venerdì 19 luglio 2013

DOLCE AMALFI

dolce amalfi...vado al super a fare la spesa e vedo dei limoni stupendi, mi avvicino e nella cassetta che li contiene trovo un cartoncino descrittivo: limoni della costiera amalfitana non trattati ecc...e a piè di pagina vedo il logo "SAL DE RISO" , è stato un tuffo al cuore, seguo da anni questo pasticcere pluri premiato e spesso presente alla PROVA DEL CUOCO e vi assicuro che per me le sue preparazioni sono strepitose  come le materie prime che utilizza, ho tutti i suoi libri e spero presto
di andare in una sua pasticceria e mi piacerebbe lavorare con lui...un altro di quei sogni nel cassetto,
comunque, ho comprato 6 limoni e appena rincasata mi sono messa a sfogliare uno dei suoi libri, ho scelto questa semplice ricetta per preparare uno dei fantastici dolci di SALVATORE DE RISO.
 
 

 
  ingredienti: (tutti gli ingredienti devono essere a
  temperatura ambiente)
100g   zucchero a velo
130g   burro morbido
2      uova
100g   latte fresco intero
100g   mandorle pelate
80g    farina 00
50g    fecola
2      limoni COSTA D'AMALFI + 2 per ricavare il semicandito
60g    scorza di limone semicandita*
1      bacello di vaniglia
5g     lievito per dolci
2g     sale
 
Nella planetaria montare a crema il burro con lo zucchero per 5' , aggiungere la buccia grattugiata dei 2 limoni, il sale, la polpa della vaniglia e la scorza semicandita*. Incorporare le uova una alla volta emulsionando a bassa velocità. A parte setacciare farina, fecola, lievito  e le mandorle ridotte a polvere. Al composto di burro, amalgamare poco a poco il latte alternanado alle farine. Versare l'impasto in uno stampo semitondo imburrato e  infarinato con farina di mais e cuocere in forno statico a 160°C per 60'. Sformare capolvogendo su piatto da portata e spolverare con zucchero a velo.
 
*sbucciare i limoni badando di togliere solo parte gialla e farla bollire coperta di acqua e 4/5 cucchiai di zucchero per 10/15', quindi farla freddare e tritare fine.
 
Il risulatato è di un dolce pastoso e pieno, che avvolge il palato in maniera paradisiaca,  l'aroma del limone predomina lasciando comunque spazio alle mandorle e alla vaniglia. 

Nessun commento:

Posta un commento